Nuove Regole per la Residenza Fiscale in Italia

di Matteo Santin
20 Maggio 2024

Oggi parleremo delle nuove regole per la residenza fiscale in Italia, entrate in vigore il 1º gennaio 2024.

Quali sono i principali cambiamenti introdotti dal Decreto Legislativo numero 209 del 27 dicembre 2023?

Questo decreto ha introdotto una serie di modifiche ai criteri di definizione della residenza fiscale. Prima di tutto, sono stati aggiunti nuovi criteri per determinare se una persona è residente in Italia, tra cui la residenza secondo il codice civile, il domicilio in Italia, la presenza fisica nel nostro paese e l’iscrizione nelle anagrafi delle popolazioni residenti.

E per quanto riguarda la doppia residenza?

In caso di doppia residenza, ora si applicano le regole dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) per risolvere la questione.
Il decreto ha introdotto modifiche anche in questo ambito, stabilendo nuovi criteri per determinare la residenza fiscale nel territorio italiano.

E come viene definita la residenza secondo il codice civile?

Secondo il codice civile, la residenza è il luogo in cui una persona vive abitualmente. Questo è uno dei criteri introdotti dal decreto.
Il domicilio è ora definito come il luogo dove una persona ha le sue relazioni personali e familiari principali. Inoltre, la presenza fisica in Italia conta anche ai fini della residenza.

Quali sono le implicazioni per i cittadini italiani che si trasferiscono in paesi con regimi fiscali privilegiati?

Per questi cittadini, la legge mantiene la presunzione di residenza in Italia, anche se si trasferiscono in paesi con regimi fiscali agevolati.