OPERAZIONI LEGATE AL TURISMO E CLIENTI EXTRA-UE CHE PAGANO IN CONTANTI

di Susanna Amadio
01 Aprile 2024

La normativa (art. 3 del DL n. 16/2012, l’art. 1 comma 384 della Legge n. 197/2022, e provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 2 agosto 2013) prevede che i commercianti al minuto, i soggetti assimilati e le agenzie di viaggio e turismo sono tenuti a comunicare all’Agenzia delle Entrate, le operazioni effettuate con cittadini ExtraUE, non residenti in Italia, per pagamenti in contanti.

SCADENZA

Entro il 10 aprile 2024 per i contribuenti con liquidazione IVA mensile ed entro il 22 aprile 2024 per i contribuenti con liquidazione IVA trimestrale, tramite il Modello di comunicazione polivalente.

LIMITE TRASFERIMENTO CONTANTI

Dal 1° gennaio 2023, il limite per il divieto di trasferimenti di denaro contante o titoli al portatore è stato fissato ad € 5.000.
Una deroga permette l’uso del contante fino a € 15.000 per specifiche operazioni, inclusi gli acquisti effettuati presso commercianti al minuto e agenzie di viaggio e turismo.

ADEMPIMENTI

Per avvalersi di questo limite maggiore, gli operatori devono seguire una procedura dettagliata che include l’invio di una comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate, l’acquisizione di documentazione specifica dal cliente, e il versamento del denaro incassato in contanti su un conto corrente bancario.
Il contenuto della comunicazione deve essere dettagliato, barrando specificamente la casella “Operazioni legate al turismo” nel Modello di comunicazione polivalente e compilando il quadro TU con informazioni analitiche riguardanti i clienti e le operazioni effettuate.
È necessario includere dati quali cognome, nome, data di nascita, nazionalità, residenza non italiana del cliente, e dettagli specifici delle operazioni, compresi i dati delle fatture o dei documenti commerciali.

ESEMPIO

In data 27.8.2023 (domenica) l’hotel Volare S.r.l. (soggetto mensile) ha emesso una fattura
per un soggiorno di € 5.500 (compresa IVA 10%), pagata in contanti da un turista
americano.
Il 28.8.2023 (lunedì) il denaro incassato (€ 5.500) è stato versato sul c/c bancario dell’hotel.
Entro il 10.4.2024 la società deve inviare all’Agenzia delle Entrate la comunicazione